Le 10 regole di vita del milanese d’Estate

Se hai intenzione di passare del tempo a Milano durante questa torrida estate devi adeguarti al modo di vivere di un vero milanese. Ecco le dieci regole di comportamento da seguire:

1. Il milanese la mattina d’estate, quando si sveglia, è già incazzato perché sa che deve abbandonare la sua dimora in cui l’aria condizionata rinfresca l’aria persino in bagno e in ripostiglio per andare a lavorare e “tirare avanti sto cazzo di paese”;

2. Il milanese d’estate impedisce ai suoi figli di fare attività ludico-ricreative all’aperto perché altrimenti sudano e impuzzoliscono i loro “vestiti del Porco Diaz”. Al massimo li porta al parco, si piazza con loro all’ombra di un alberello, e gli insegna a fissare i passanti scuotendo la testa per esprimere il proprio disgusto sul loro abbigliamento costituito da colori sgargianti e dannatamente popolani o sulla loro carnagione schifosamente bianca.

3. Il milanese infatti, non appena arriva l’estate, si spara un paio di lampade fatte bene perché l’abbronzatura fa troppo figo coi colleghi;

4. Il milanese d’estate, appena uscito di casa al mattino, va in un “bar da ricchi” con l’aria condizionata e ordina un “caffé con ghiaccio” o un bel “marocchino” perché prendere un espresso normale o bere il caffé alle macchinette è una roba da Giargiana. Uscito dal bar, prima di salire in macchina, si pulisce le mani con amuchina per eliminare ogni rischio di contaminazione da germi;

5. Il milanese d’estate, come in ogni altra stagione del resto, non considera neppure per un secondo l’idea di andare a lavoro salendo in quel carro di buoi anche chiamato metropolitana. Ovviamente allora si piazza in macchina con l’aria condizionata a cannone e, durante il tragitto verso l’ufficio, sbeffeggia tutti i “poveracci” che vede salire su un pullman ATM o che, ancor peggio, viaggiano in macchina col finestrino abbassato: ma come diamine si fa ad avere una macchina senza aria condizionata?????!

6. Il milanese a pranzo d’estate si tira un’insalatina dimagrante accompagnata da una buona “inguria” che è il top per essere sempre idratati come si deve;

7. Il milanese d’estate a lavoro manda costantemente in giro da clienti e fornitori insignificanti i suoi sottoposti organizzandogli incontri all’aperto tra le 11 e le 15 perché gode nel vederli rientrare in ufficio sudati e ansimanti per il caldo;

8. Il milanese d’estate non esce mai dall’ufficio prima delle 19 perché non ha voglia di tornare a casa e fingere di voler veramente giocare con quei mostriciattoli dei suoi figli che lo aspettano da tutto il giorno e ancora non hanno capito che lui non ha un cazzo di tempo da perdere;

9. Il milanese d’estate a cena si mangia un “bel minestron frecc”, rigorosamente Bio, dopo aver bevuto poco prima un prosecchino fresco come Ape. Subito dopo cena poi “fa una call” con tutti i suoi amici milanesi e gli spiega come risolvere il problema del default greco, sottolineando più volte che la vera ragione per cui non si è ancora chiusa la questione sia che sia i greci, che i tedeschi o i francesi che comandano in Europa, non sono milanesi;

10. Il milanese d’estate quando va a letto e si piazza sotto il bocchettone dell’aria condizionata e, pensando alla giornata appena vissuta, chiude gli occhi lieto e certo che anche quel giorno, se mai ce ne fosse stato bisogno, ha dimostrato al mondo intero di essere la vera locomotiva d’Italia e che in nessun modo lui potrà mai rischiare di “finì cont el cu per tèrra”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...