Storia di un ragazzo senza la faccia arcobaleno

Quando il ragazzo con la faccia arcobaleno incontra il ragazzo senza faccia arcobaleno, il ragazzo senza faccia arcobaleno è un ragazzo Omofobo.

Chi non è d’accordo con questa affermazione?!
Chi ha il coraggio di negare la verità di questa frase?!

È assurdo infatti che uno, nel terzo millennio, sia cosi bigotto da preferire la sua foto profilo naturale, cosi come mamma lo ha fatto, piuttosto che evolversi e scegliere di avere la faccia color arcobaleno!

Come fa il ragazzo senza faccia arcobaleno a non capire che noi decidiamo di che colore vogliamo essere quando anche Apple, Google o Facebook, le aziende che per prime hanno capito il futuro, hanno messo a repentaglio le loro vendite pur di trasformare il loro logo senza arcobaleno in un logo con l’arcobaleno?!

Questo ragazzo senza faccia arcobaleno è veramente un testardo e, ogni tanto, si azzarda pure ad alzare la testa per parlare al ragazzo con la faccia arcobaleno quando lo incontra!
Ma come osa?!
Perché esiste o non si cancella dalla faccia della terra un essere dal cervello tanto obsoleto?!
Dannato razzista….

Se riflettiamo sul ragazzo senza faccia arcobaleno dovremmo imbarazzarci per lui: non ha senso che esista gente che non vuole essere libera!
Ma non avere la faccia arcobaleno vuol dire che non sei libero!
Tutti oggi hanno la faccia arcobaleno!
Come fai a non averla?!
Anche i calciatori mettono i lacci arcobaleno!
Persino dopo che piove compare un arcobaleno!

Pensate che questo ragazzo senza faccia arcobaleno, non solo non ha ancora cambiato la sua foto profilo, ma ogni tanto osa anche dire che la sua faccia naturale sia più bella di quella arcobaleno!

In quelle situazioni è logico che il ragazzo con la faccia arcobaleno si senta discriminato perché l’arcobaleno è il futuro! L’arcobaleno è cosi social poi!

Non esistono le mezze misure cosi come da tempo non esistono ormai più le mezze stagioni…se tu che leggi non hai la faccia arcobaleno inizia a farti delle domande e scegli: o te la cambi da solo quella dannata foto profilo oppure noi, ragazzi sani e dalla faccia arcobaleno, saremo costretti a farlo con la forza per te.

Non avere paura comunque ragazzo senza faccia arcobaleno: questa non è una minaccia, è la modernità!

Annunci

4 pensieri su “Storia di un ragazzo senza la faccia arcobaleno

  1. Io non lo faccia arcobaleno e no, non sono d’accordo con l’affermazione iniziale :D. Sono molto della filosofia “vivi e lascia vivere” almeno nel mondo del web. E’ un pistolotto più drammatico di quella che è la reale sostanza dei fatti, secondo me, a meno che tu non abbia subito indici puntati che ti hanno etichettato come omofobo, solo perché hai mantenuto la tua foto. Ma qui, non è tanto l’arcobaleno il problema, ma chi si cela dietro (persona, evidentemente, repressa di suo). Conosco molte stimate persone che hanno condiviso la loro foto con l’arcobaleno per sentimento condiviso, per pura gioia o per semplice “tendenza”, ma non mi hanno fatto sentire “diverso” o né tanto meno io mi sono eretto a paladino della controcorrente 😉

    Mi piace

    • Ciao grazie per la risposta!
      Il mio però è un articolo ironico che non ha come obiettivo attaccare chi ha messo la faccia arcobaleno ma difendere chi, sostenitore della cosiddetta famiglia tradizionale, viene tacciato come bigotto o represso solo perché difende le sue idee o la sua storia. Volevo fare una metafora, non so se sia venuta perché non sono uno scrittore. Ovviamente infatti non ho nulla contro chi ha messo la foto arcobaleno, è solo che le battaglie per i gay sembrano sempre più frutto di una tendenza modaiola caldeggiata da parecchi personaggi o aziende note per averne un tornaconto e in alcuni casi sono anche un po’ integraliste: quante volte si è visto un dibattito reale su questi temi? È possibile averlo?
      Scherzarci su mi sembrava simpatico e un modo tranquillo per esprimere questo pensiero, tu cosa ne dici?

      Liked by 1 persona

      • Tutto più chiaro ora. Sì, siamo d’accordo su come molte aziende cavalchino l’onda della massa e della tendenza per proprio tornaconto più che per condivisione di idee. Così come spesso per “difendere” le coppe gay si scredita oltre modo le famiglie “tradizionali” pubblicando notizie di genitori stupratori o omicida, come se tutti son così o peggio ancora come se in una ipotetica famiglia con genitori dello stesso sesso non possa succedere. Per non parlare dell’episodio Barilla, quando il direttore espose la sua idea e fu cazziato per essere razzista (in realtà tutti quelli che criticarono uno che non la pensava come loro hanno creato un contro-razzismo). Ad ogni modo un mio amico su Fb ha fatto notare questo: la Russia, l’Isis, la Chiesa so’ tutti contro gli omosessuali e non va bene, protestiamo contro questa inciviltà e ci lamentiamo; poi passa una leggere storica, si mettono arcobaleni di gioia su fb, e ci lamentiamo un’altra volta. Effettivamente ha ragione 😀 (almeno sulle cose belle, che siano sentite o meno è meglio soprassedere). A presto!

        Liked by 1 persona

  2. Pingback: Un anno di Opinioni | opinionandolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...