Le regole di vita del black block vs le regole di vita del milanese

Un black block la mattina alle 11.30 si alza e sa che non avrà un cazzo da fare;
Un black block a colazione puccia le gocciole nel caffè e poi le sputa in faccia a sua madre per protestare contro le multinazionali del cibo;
Un black block a pranzo brucia il tavolo per dimostrare a chi gli ha cucinato che i carciofi fan cagare;
Un black block quando va in motorino non mette il casco perché gli rovina il capello;
Un black block quando sente da una macchina una canzone che non gli piace scende e brucia direttamente l’auto;
Un black block quando sale su un pullman fotte il posto alle vecchiette;
Un black block ha amici di merda;
Un black block ascolta solo canzoni di Fedez e J-Ax;
Un black block è contro le multinazionali dell’energia per cui quando gli si scarica il cellulare non lo ricarica mai ma va davanti a un rivenditore, lo lancia contro la vetrina e ne ruba uno nuovo;
Un black block dopo che si fa la barba imbratta di schiuma le vetrate del primo negozio che trova;
Un black block non sa come funziona il bancomat e allora lo spacca;
Un black block quando parla dice “cioè” ogni quattro parole;
Un black block si eccita quando sente Mara Maionchi che dice: “per me è no!”
Un black block sa che la polizia non può toccarlo, e se lo fa tanto meglio cosi poi gli dedicano una via o una piazza;

Un milanese la mattina alle 7 si alza e va a lavorare;
Un milanese quando prende i mezzi il biglietto lo paga;
Un milanese sa che non gli dedicheranno mai una piazza ma il suo dovere lo fa comunque;
Un milanese se decide di andare a protestare e vede accanto a lui gente a volto coperto e armi addosso torna a casa e non sta mica con loro;
Un milanese darebbe veramente il potere alla polizia di fermare chi è violento;
Una mamma milanese assomiglia molto alla mamma di Baltimora;
Un milanese il giorno dopo che passa un black block non dice “si ma sono solo pochi i violenti, la protesta in sè aveva anche delle ragioni buone”.
Un milanese si incazza quando sente i moralismi post-G8 di Genova e sente politici che alla prima manganellata di un poliziotto contro un manifestante difendono a priori quest’ultimo.
Un milanese dopo che passa un black block che gli brucia la macchina, gli imbratta i muri di casa o gli spacca le vetrate del negozio, anche se incazzato, chiama gli amici, si organizza e ripulisce tutto.

Annunci

3 pensieri su “Le regole di vita del black block vs le regole di vita del milanese

  1. Pingback: Un anno di Opinioni | opinionandolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...